Archivi del mese: marzo 2015

Hash e impronte, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza

“Hash e impronte, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza”

Avvocato Telematico

di Claudio  De Stasio 

Avvocato del Foro di GrossetoMinuzie

Il DPCM 13 novembre 2014 ha portato alla ribalta anche nel mondo forense il concetto di “impronta del documento informatico” impiegato, nel caso specifico, come strumento per riferire in modo certo e univoco, come fosse una sorta di “timbro di congiunzione virtuale”, l’attestazione di conformità redatta su documento separato agli atti e documenti cui la stessa si riferisce (art. 4 comma 3 e art. 6 comma 3 DPCM 13.11.2014). Ma cos’è esattamente l’impronta di un file? Anzitutto occorre aver ben chiaro cosa sia un file. Non me ne vorranno gli informatici per inesattezze e uso improprio di termini decisamente (e volutamente) poco tecnici.

Cos’è un file?

Per chiarire cosa debba intendersi per “file” immaginiamolo semplicemente come una scatola dove, al suo interno, il nostro computer conserva ogni nostro singolo testo, fotografia, brano musicale che abbiamo salvato, scaricato, ricevuto per…

View original post 1.978 altre parole

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in la categoria forense